Una galassia di opportunità: oltre 400 posti di Servizio Civile Universale a Belluno e Treviso

C’è tempo fino a venerdì 10 febbraio alle ore 14 per aderire al bando per la selezione di nuovi operatori volontari di Servizio Civile Universale sui territori di Belluno e Treviso.

Csv Belluno Treviso si impegna nella promozione lanciando la nuova campagna di comunicazione “Sotto una buona stella” oltre ad offrire, grazie ai suoi operatori, un orientamento personalizzato ai giovani interessati per trovare la sede di servizio più adatta.

Possono presentare domanda di partecipazione i giovani tra i 18 e i 29 anni non compiuti per uno dei progetti che si realizzeranno tra il 2023 e il 2024 su tutto il territorio nazionale e all’estero. I progetti hanno una durata di 12 mesi, con un orario di servizio pari a 25 ore settimanali.

Si tratta di un servizio incentivato per il quale il dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile corrisponde un rimborso economico di 444,30 euro mensili agli operatori volontari che prendono servizio.

Davvero variegata la scelta dell’ambito in cui impegnarsi: si spazia dalla promozione di cultura e paesaggio all’inclusione sociale, dall’assistenza a persone in condizioni di disagio alle attività di educazione e promozione dei diritti.

Per poter partecipare alla selezione occorre individuare il progetto seguendo le indicazioni disponibili su https://www.politichegiovanili.gov.it/comunicazione/news/2022/12/bando-ordinario-2022/

Non sempre la scelta risulta semplice, per questa ragione gli operatori del Csv si mettono a disposizione per orientare e chiarire le idee dei giovani interessati.

Per una prima panoramica dei posti di servizio disponibili si può fare riferimento al nostro sito www.csvbltv.it, ma per ricevere un orientamento personalizzato alla sede di svolgimento è possibile contattare il Csv Belluno Treviso, chiedendo di Paolo Capraro per Belluno (0437 950374) e di Erica De Pieri e Mariapia Scattareggia per Treviso (0422 320191).

I posti nelle province

Sono 401 i posti disponibili sul territorio interprovinciale.

La maggior parte dei posti è coordinata da due enti progettanti, che da anni lavorano in sinergia tra loro e con Csv Belluno Treviso: l’Unione Montana Feltrina per il territorio bellunese e l’Associazione Comuni della Marca Trevigiana per quello di Treviso.

Unione Montana Feltrina ha presentato 6 progetti per un totale di 69 posti; Associazione Comuni della Marca ha presentato 7 progetti per un totale di 175 posti. A questi vanno aggiunti 19 posti di un progetto che accomuna i due enti e le cui sedi sono in parte trevigiane e in parte bellunesi.

Tra gli altri Enti progettanti si ricordano per esempio Mani Tese, Federazione Italiana delle Comunità Terapeutiche, Unione Italiana Ciechi, Unione Lotta alla Distrofia Muscolare e le Pro Loco. L’elenco esaustivo si trova nel portale dedicato raggiungibile anche cliccando qui

 

 

Contattaci per informazioni